10 Distillati più Forti al Mondo

10 Distillati più Forti al Mondo

La produzione di distillati è basata su fermentazione, il processo naturale di decomposizione di materiali organici contenenti carboidrati. Si presenta in natura ogni volta che sono disponibili i due ingredienti necessari, carboidrati e lievito. Il lievito è un microrganismo vegetativo che vive e si moltiplica, in particolare zuccheri semplici. È stato trovato in tutto il mondo, incluse nelle aree ghiacciate e deserti.

I primi distillati furono fatti da materiali a base di zucchero , principalmente uva e miele. Il primo utilizzo di chicchi amidacei per produrre distillati non è noto, ma il loro uso risale sicuramente al Medioevo. I primi controlli governativi risalgono al 17 ° secolo. Con il miglioramento dei metodi di produzione e l’aumento del volume di alcol, l’industria degli alcolici distillati è diventata un’importante fonte di guadagno. I controlli rigidi venivano spesso imposti sia sulla produzione che sulla vendita del liquore.

I primi alambicchi erano composti semplicemente da un contenitore chiuso riscaldato, un condensatore e un ricettacolo per ricevere la condensa. Questi si sono evoluti ma fondamentalmente molto simili sono ancora in uso, in particolare per produrre whisky di malto, alcuni gin e grappe. Il successivo raffinamento si usa riscaldando il liquido contenente alcol in una colonna composta da una serie di camere di vaporizzazione impilate l’una sull’altra. All’inizio del XIX secolo ci fu una produzione su larga scalala di alambicchi , molto simili a quelle utilizzate oggi nel settore. Sono ancora operativi in Francia e in Inghilterra in Italia e nel resto d’Europa. Allora volete depurarvi la gola provate e bere questi infernali distillati qui descritti, assaggiateli alcuni inaspettatamente sono veramente buoni.

10 Distillati più Forti al Mondo

 

IL TUO PENSIERO CI INTERESSA, VOTA
[Total: 1 Average: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.